Storia

R29A Insubria nasce da una discussione tra i ricercatori della Facoltà di Scienze a Varese, per poi coinvolgere tutto l’Ateneo, con le rapide adesioni di Scienze Como, una parte di Medicina e, in modo differente, di Economia. La Facoltà di Giurisprudenza invece, preferisce da subito seguire la linea del CNRU.

In questa pagina, vogliamo lasciar traccia del passato, di quei passaggi chiave che hanno caratterizzato la nostra nascita. E’ anche un tentativo per spiegare chi siamo e cosa pensiamo.

  • 9 marzo 2010: il collega Giovannardi propone il documento della Facoltà di Scienze di Torino all’attenzione dei ricercatori di Scienze Varese
  • Ne segue una ampia discussione via email, che coinvolge anche il professor Cosentino ed i colleghi comaschi. Per la prima volta nella storia del nostro Ateneo, i ricercatori parlano apertamente di iniziative di protesta.
  • 24 marzo 2010: viene indetta una riunione in teleconferenza per discutere dei temi della protesta e ufficializzare la nostra posizione.
  • 25 marzo 2010: al consiglio di Facoltà di Scienze Varese viene depositata la mozione dei ricercatori che annunciano la loro intenzione di astenersi dalla didattica frontale per l’anno accademico 2010/11. Pochi giorni dopo, identico documento viene presentato alla Facoltà di Scienze Como. E’ la prima volta che le Facoltà di Scienze del nostro Ateneo si muovono in modo unitario e concordato.
  • 30 marzo 2010: Viene lanciata una proposta di riunione nazionale di tutti i ricercatori che intendono protestare contro la riforma Gelmini. Fino a questo momento tutte le iniziative sono sorte localmente sull’onda del passaparola.
  • 31 marzo 2010: Come già il Consiglio di Facoltà di Scienze Varese, anche il CfF di Scienze Como esprime solidarietà ai ricercatori: «il cdf esprime all’unanimità apprezzamento per il ruolo fondamentale svolto
    dai ricercatori per garantire l’offerta didattica nonchè solidarietà per le
    condizioni penalizzanti evidenziate nei contenuti del ddl in discussione al
    Senato auspicando modifiche dello stesso in linea con le richieste e
    osservazioni presentate nel documento dei ricercatori Scienze Insubria»
  • 8 aprile 2010: I ricercatori presentano ottengono l’approvazione della Facoltà di Scienze Varese su una mozione di appoggio formale al documento presentato in precedenza. Stessa cosa avviene presso Scienze Como.
  • 29 aprile 2010: La prima riunione nazionale dei ricercatori che protestano. E’ una riunione fiume, in un’aula strapiena, in cui si discute di tutto. Alla fine, a tarda serata, dopo quasi quattro ore di scrittura collettiva in tempo reale (un’impresa!) nasce la Rete 29 Aprile ed il progetto di una nuova Università, raccolto nel documento finale.
  • 3 maggio 2010: Mozione dei ricercatori approvata dalla Facoltà di Economia.
  • 20 maggio 2010: Assemblea di Ateneo organizzata dai ricercatori per presentare i contenuti del DdL Gelmini e le critiche che ad esso i ricercatori muovono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...